Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
Accordo Italia-Bulgaria per "deistituzionalizzazione" bambini

Accordo Italia-Bulgaria per "deistituzionalizzazione" bambini

La Sardegna, unitamente ad altre 4 regioni ed ai Ministeri delle politiche sociali di Italia e Bulgaria, sottoscriverà il 10 maggio un accordo per la promozione del benessere, dei servizi sociali di comunità e la deistituzionalizzazione dei bambini in difficoltà.

Mercoledi 09 Maggio 2012
Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
212
Non ti piace
222

La firma è prevista per il 10 maggio 2012 alle ore 15.00 presso la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Via IV Novembre, 149

Coinvolti i ministeri delle poltiche sociali dei due Paesi e 5 Regioni italiane

La promozione del benessere della popolazione infantile, dei servizi sociali basati sulla comunità e della “de istituzionalizzazione” dei bambini sono i temi al centro della cooperazione che sarà siglata tra il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali della Repubblica Bulgara, il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali italiano, le Regioni Siciliana, Calabria, Puglia e Sardegna e la Provincia autonoma di Bolzano. L’iniziativa – si legge in una nota di Tecnostruttura delle Regioni per il Fondo Sociale Europeo -intende sviluppare una rete transnazionale per il trasferimento delle conoscenze e delle esperienze, la promozione di azioni innovative e lo sviluppo della collaborazione tra le autorità pubbliche sul processo di prevenzione dall’allontanamento dalla famiglia e di deistituzionalizzazione dei bambini, nonché sulle misure a lungo termine di protezione sociale e di inclusione sociale dei bambini deistituzionalizzati. L’accordo mira a sviluppare linee guida comuni, la raccolta di buone pratiche in tema di formazione, assistenza sanitaria, istruzione e servizi sociali, per la prevenzione e la reintegrazione dei bambini nel contesto familiare e sociale; realizzare azioni di sensibilizzazione e scambio di modelli e metodologie per azioni a livello nazionale ed europeo circa i benefici delle misure di prevenzione e di deistituzionalizzazione dei bambini; attuare programmi di formazione per operatori e intership per i rappresentanti delle pubbliche autorità, delle ONG e, in generale, degli stakeholders; organizzare seminari e visite di studio delle esperienze. Le iniziative previste dall’accordo saranno realizzate principalmente con i fondi dei Programmi operativi Fse, a ulteriore testimonianza del ruolo fondamentale del Fse nel sostenere l’inclusione sociale attraverso lo sviluppo delle risorse umane impegnate nell’assistenza e la cooperazione e lo scambio di buone pratiche tra i paesi europei ai fini di migliorare la qualità dei servizi sociali e il loro sviluppo e modernizzazione.
Alla firma dell’accordo – che avrà luogo il 10 maggio 2012 alle ore 15.00 presso la Rappresentanza in Italia della Commissione europea (Via IV Novembre, 149) - parteciperanno, tra gli altri, il vice ministro del Lavoro e delle politiche sociali della Repubblica Bulgara Valentina Simeonova, per la Commissione europea Philippe Hatt, capo unità del Fse per la Bulgaria, e Jader Canè, capo unità aggiunto del Fse per l’Italia, l’assessore Istruzione e Formazione professionale della Regione Siciliana, Mario Centorrino, l’assessore al Lavoro, Formazione professionale e Politiche sociali della Regione Calabria, Francescantonio Stillitani, e l’assessore al Lavoro, Formazione professionale, Cooperazione e Sicurezza sociale della Regione Sardegna, Antonello Angelo Liori.

[Tecnostruttura] Firma dell’accordo transnazionale Italia – Bulgaria per il benessere dei bambini

Puoi trovare altre notizie di tuo interesse nelle sezioni news prima infanzia e minori e news internazionale.