Archivi
Sfoglia tutte le informazioni del sito
Intranet
Per tutte le comunicazioni aziendali
Webmail
Consulta la posta on-line
Ministero della Salute: attenzione a falsi attestati di OSS

Ministero della Salute: attenzione a falsi attestati di OSS

Un comunicato del Ministro Balduzzi fa sapere di non aver mai autorizzato corsi di “Operatore socio sanitario” la cui competenza è regionale e sconsiglia la frequenza di corsi “al cui termine vengono consegnati attestati del Ministero della Salute”. In allegato.

Lunedi 25 Giugno 2012
Condividi con:
Condividi su Delicious Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Diggita Condividi su Technorati Condividi su My Space Condividi su Digg Condividi su Google Bookmarks Invia a un amico Stampa Ti piace
177
Non ti piace
156

Il Ministero della Salute, Direzione generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio Sanitario Nazionale, non ha mai autorizzato alcun corso di Operatore socio sanitario e pertanto mette in guardia ogni cittadino a frequentare corsi di Operatore socio sanitario al cui termine vengono consegnati attestati del Ministero della Salute.

Il Ministero infatti non può autorizzare alcun corso poiché la competenza esclusiva è delle Regioni. Al Ministero sono giunte alcune segnalazioni di attestati di Operatore Socio Sanitario rilasciati dalla Associazione nazionale Operatori Socio sanitario ASNOSS, al termine di corsi a pagamento organizzati in cosiddette “scuole” dislocate su tutto il territorio nazionale.
Gli organizzatori di queste attività formative millantano una “autorizzazione del Ministero della Salute” per i corsi di Operatore socio sanitario derivante da una apposita nota del 23 aprile 2010. Tale nota è falsa.

Il Ministero della Salute non appena avuta notizia del rilascio di titoli falsi di Operatore socio sanitario ha interessato il Comando Carabinieri per la Salute (Nas) il quale ha svolto indagini in tutta Italia, portando le questioni rilevate all’attenzione di numerose Procure della Repubblica.
Documenti Notizia
Puoi trovare altre notizie di tuo interesse nella sezione news formazione.